Il piano della ricostruzione: le UMI e la ricostruzione agricola

lavori_in_corso

Cosa sono le UMI?

Le Unità Minime di Intervento sono quegli aggregati edilizi danneggiati dal terremoto che è necessario recuperare tramite interventi unitari. In questi casi la ristrutturazione deve tenere conto, nella sua progettazione, delle possibili interazioni derivanti dalle contiguità strutturali dei diversi edifici adiacenti, come stabilito dalla normativa vigente. A queste si uniscono anche gli aggregati di edifici subordinati di progettazione unitaria, in ragione della loro necessaria integrazione nel progetto definitivo in termini di sicurezza sismica, contenimento energetico  e qualificazione dell’assetto urbanistico.

Sta all’amministrazione comunale individuare, tramite deliberazione di Consiglio Comunale, quali siano le UMI su cui intervenire all’interno del territorio comunale, a patto che in esse vengano armonizzate le esigenze 1) di unitarietà di progettazione e intervento sotto il profilo strutturale, tecnico-economico, architettonico e urbanistico e 2) di renderne il dimensionamento compatibile con le esigenze di rapidità, fattibilità ed unitarietà. Tutto questo ovviamente posto che venga fatta richiesta al comune da parte dei proprietari e sia presentato un progetto.

Anche per quanto riguarda il territorio rurale sono state stabilite delle norme simili, sebbene con spazi di manovra maggiori per coloro che ristrutturano ed hanno intenzione di modificare nel frattempo le volumetrie dei fabbricati (posto ovviamente che essi non costituiscano ricchezza dal punto di vista dei Beni culturali).

Ecco il link alla Delibera Regionale n° 50 del 18 dicembre 2012: link

Nel comune di medolla:

Delibera n. 17 del consiglio comunale del 30/04/2013

Delibera 17

Allegato A (17)

Allegato B (17)

Delibera n. 18 del Consiglio Comunale del 30/04/2013

Delibera 18

Allegato A (18)

Allegato B (18)

Delibera n. 18 del Consiglio Comunale del 30/06/2013

Delibera 32

Allegato (32)

Il piano della ricostruzione sarà adottato dal Comune entro ottobre 2013 e approvato definitivamente entro la fine dell’anno (poichè devono passare almeno 60 gg tra l’adozione e l’approvazione).

I commenti sono chiusi.